fbpx
  • Malattia,  Personaggi,  Ribelli Finti,  Valori

    Haters a Morte

    Una lezione di odio (e una di umanità). Silvio Berlusconi, come molti personaggi influenti, è capace di suscitare amore o odio, ammirazione o disprezzo. Possono sembrare parole scontate quelle che seguono, ma in questi giorni in cui è stato rivelata la grave malattia (cancro, leucemia) che ha capito il Cavaliere, sarà il caso di scriverle comunque. Esiste una dimensione pubblica, criticabile anche aspramente, eppoi c’è quella privata, umana, di fronte alla quale è saggio applicale prudenza, compassione, empatia. Perché si è di fronte ad un essere vivente, un padre, un figlio, un fratello, un amico, con le sue paure, le miserie, i meriti. La sofferenza, in particolare il genere di…

  • Amici Ribelli,  Animali

    Polly. E i benefici del cane

    L’amica ribelle Lodovica Rando ha pubblicato questo ritratto della sua cagnolina, che dal canile è giunta in una famiglia, per allietarne i momenti ed esaltarne i sentimenti. Dalla prigionia ad una vita avventurosa. Un posto tra i Ribelli, per la sua indole e per il vivo relax e il divertimento che ci trasmette. E per l’amore della sua amica padrona. ~ La Redazione “I vantaggi di avere una cagna come la mia. Di notte fa la guardia, infatti abbaia per ogni gatto, istrice, cinghiale o scoiattolo che passa nel giro di 1 km. Avendo un’alta etica, la mia cagna risponde ai versi di tutti i cani presenti nel giro di…

  • Animali

    Il Levriero

    Ho trovato questo racconto, grazie all’amica FB Martina Confalone, e alla Pagina FB Galgos de La Mancha. Una tragedia che riguarda in particolar modo la Spagna. Un giorno finirà la barbarie sugli animali, che non riguarda solo i cani da corsa, purtroppo. Quello che possiamo fare noi umani è batterci per questi schiavi, per gli animali sfruttati, da bestie senza cuore che non hanno nemmeno la decenza di alleviare le sofferenze, ma sfogano il loro sadismo. Finirà questa barbarie, ma dobbiamo metterci un pò di impegno, di tempo. Condividete, fate un vostro post, parlatene, e se vedete situazioni gravi o sospette intervenite. Riguarda anche noi, ne va della nostra umanità.…

  • Sport

    Conor McGregor e la sua ragazza

    Sono otto anni che stiamo insieme. Vivevamo in Irlanda, a trenta chilometri da Dublino, in affitto, con un sussidio di disoccupazione di 188 €. Non avevo lavoro perché il mio tempo lo passavo nelle sale di allenamento. Pensavo di diventare campione. Anche lei credeva in me. Nonostante la mancanza di soldi, si sacrificava, affinché io mangiassi bene e rispettassi l’alimentazione per allenarmi. Per questo mi incoraggiava fino in fondo. Quando tornavo a casa dopo i duri allenamenti, senza forze, lei mi diceva sempre: “Conor, so che ce la farai!”. Ora posso guadagnare milioni di dollari. Nelle mie battaglie ci sono 50-70 mila spettatori. Posso acquistare qualsiasi auto, indumento, qualsiasi alloggio.…